Cosa Facciamo

Le nostre attività

 
 

Le attività relative alla Protezione Civile sono classificate in tre fasi operative

  • A) Prevenzione: le attività finalizzate a prevedere e ridurre i rischi;
  • B) Emergenza: le attività finalizzate a prevedere, predisporre, pianificare e gestire i soccorsi;
  • C) Il ristoro danni: le attività finalizzate a ristorare gli stessi e avviare la ricostruzione.

A) Le attività di prevenzione riguardano:

  • la definizione degli scenari più probabili di rischio;
  • l’individuazione delle priorità d’intervento;
  • la predisposizione delle risorse;
  • l’attuazione progressiva degli interventi finalizzati a ridurre i rischi;
  • l’informazione;
  • il controllo delle pianificazioni urbanistiche e di difesa del suolo.

Le attività relative alla prevenzione si concretano in programmi di prevenzione, a livello nazionale o regionale, a seconda delle ipotesi di rischio valutate per tipo, intensità ed estensione territoriale.

 B) Le attività in emergenza prevedono:

  • la definizione degli scenari di rischio;
  • l’informazione preventiva e durante l’evento calamitoso;
  • l’individuazione delle risorse prevedibilmente necessarie in termini di fondi, personale e mezzi;
  • l’attività preparatoria di personale, mezzi e procedure;
  • l’attuazione progressiva del sistema di allarme;
  • la dichiarazione dello stato di emergenza;
  • l’emanazione delle conseguenti ordinanze;
  • la gestione dei soccorsi.

C) Il ristoro dei danni comprende le seguenti attività:

  • definizione degli scenari conseguenti alla valutazione di rischio;
  • predisposizione delle risorse;
  • predisposizione dei mezzi, delle strutture e degli atti amministrativi prevedibilmente necessari;
  • dichiarazione dello stato di calamità ed emanazione delle relative ordinanze;
  • attuazione degli interventi